Salute
Ambiente
Sport
Società
Beni culturali
Patrimoni edilizi
Imprese
Economia
Scuola
Università
Turismo Enogastronomia Virtual
Poleis
Innovazione
Tecnologica
 
 GALLERIA FOTOGRAFICA    
1
2
3
4
5
6

Federico Zandomeneghi Riflessione Olio su tela, 51x64 cm Pavia, Musei Civici, Collezione Morone

LA PITTURA ITALIANA DEL XIX SECOLO. Dal Neoclassicismo al Simbolismo

La mostra, che sarà ospitata nei prestigiosi spazi espositivi del Museo Ermitage, presenterà per la prima volta al pubblico russo il panorama italiano della pittura italiana del XIX secolo, nell’anno dedicato ai rapporti culturali tra Italia e Russia.

La grande rivalutazione e valorizzazione della pittura italiana dell’Ottocento nelle sue diverse declinazioni tematiche e stilistiche e nelle sue differenti scuole regionali ha determinato la volontà di mostrare al pubblico una selezione di circa ottanta opere che, per esempi eccellenti, testimoniasse la ricchezza e varietà sia delle formule artistiche, sia dei generi, sia delle iconografie. Attraverso il percorso nella pittura del primo Neoclassicismo, passando per le varie sfaccettature del Romanticismo storico e del Realismo, sino ad arrivare al Simbolismo di fine secolo, è possibile raccontare la storia civile, la società, la cultura, le idee e i luoghi di una nazione che si è via via aggregata, mantenendo tuttavia peculiarità formali e contenutistiche. La mostra consentirà di illustrare gli stili di un secolo - il nitore neoclassico, il pathos romantico,la forza del colore dei macchiaioli, il sensualismo dei decadenti - le tematiche predilette dal collezionismo e dal vivace mercato - vedute e paesaggi che descrivono le meraviglie del Bel Paese, ritratti ambientati o scapigliati, aneddotiche e sapide scene di genere, grandi rievocazioni allegoriche o di storia risorgimentale - e di evidenziare la personalità straordinaria di alcuni protagonisti della pittura italiana, degni di stare alla pari con i più celebrati rappresentanti europei: da Appiani ad Hayez, da Piccio a Faruffini, da Morbelli a Fattori, da Cremona a Segantini, da Pellizza a Zandomeneghi.
Al termine dell’esposizione a San Pietroburgo l’intera mostra sarà presentata al Castello Visconteo di Pavia dall’11 febbraio al 18 marzo 2012 a completamento della Quadreria dell’Ottocento e della Donazione Carla e Giulio Morone: si potranno dunque nuovamente ammirare capolavori come: L’Accusa segreta di Francesco Hayez, La Fuga in Egitto di Piccio, il Lord Byron di Giacomo Trecourt, la Battaglia di Varese di Federico Faruffini, il trittico L’enigma umano di Giorgio Kienerk e molti altri dipinti in prestito dai musei di Milano, Torino, Firenze, Napoli, Bari e prestigiose collezioni private.

  Altre Gallery:

The Frietmuseum, Belgio

PITOTI. Arte rupestre

FERRARA VIVE

Progetto NIKER

Palma di Maiorca

New Italian Center

Teatro d'Italia

KLIMT a Venezia

Duffy

DA HOPPER A WARHOL

STEVE JOBS

FOLIES BERGÈRE

Spagna. Rifiuti Illegali italiani

Italia - Russia

La Roca London Gallery

MONDRIAN

AUDREY per l'UNICEF

WTE UNESCO 2011

Pezze di storia

Ombre di guerra

I Nuovi segnali di balneazione

Wim e Donata Wenders

Ferrari Challenge. Campionato 2011

World Press Photo 2011

Europunk

Bulgari at Grand Palais

GOLDEN FOOT 2010

Chardin

Munch e lo Spirito del Nord

Festival International de Piano

Esimit Europa 2

Egon Schiele

Fest. Printemps des Arts

Caravaggio-Bacon

La Principessa Grace

BB

Form Matters

Londinesi

DA VELASQUEZ A MURILLO

Napoleon III and Paris

Printemps des Arts

Malta

Tra sacro e profano

Correggio

Jones Beach

Kees Van Dongen

Paris: Biennale des Antiquaires

German Watch Museum

Dynamic facade

China Design Now

Vanity Fair Portraits

Soutine a Parigi

Terry Fincher

Festival Printemps des Arts

Ettore Sottsass

Duchamp


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: -- alle :